Lavoratori occasionali: nessuna comunicazione per i lavori intellettuali

Con la nota prot. n. 109 del 27 gennaio 2022 il Ministero del lavoro ha fornito importanti chiarimenti riguardo l’obbligo della comunicazione obbligatoria delle prestazioni di lavoro autonomo occasionale. (Si veda anche: Lavoratori autonomi occasionali: nuova comunicazione obbligatoria

Importante il chiarimento che esclude dall’obbligo le prestazioni dei lavoratori autonomi occasionali impiegati in prestazioni di natura meramente intellettuale.

Pertanto, possono essere esclusi, a mero titolo esemplificativo, i correttori di bozze, i progettisti grafici, i lettori di opere in festival o in libreria, i relatori in convegni e conferenze, i docenti e i redattori di articoli e testi.

Leggi di più

Lavoratori somministrati: comunicazione da inviare entro il 31 gennaio

 Entro il 31 gennaio 2022 le aziende che hanno utilizzato, nel corso del 2021 (1° gennaio – 31 dicembre), lavoratori in somministrazione, devono effettuare una comunicazione annuale obbligatoria alle rappresentanze sindacali aziendali (RSA) ovvero alla rappresentanza sindacale unitaria (RSU) o, in mancanza, agli organismi territoriali di categoria delle associazioni sindacali comparativamente più rappresentative sul piano nazionale, con i dati relativi ai contratti di somministrazione stipulati nel 2021.

L’obbligo comunicativo, contenuto nell’articolo 36, comma 3, del decreto legislativo n. 81/2015, è presente in capo all’azienda utilizzatrice dei lavoratori somministrati e può essere realizzato anche per il tramite dell’associazione datoriale alla quale aderisce o conferisce mandato.

Leggi di più